• THEME_NAVTITLE
Login
Username:

Password:


Lost Password?
Register now!
Category items select
Articles
Random article








1996 “Guerriero Pawnee” 3° classificato Firenze 1996 “Cavaliere tedesco XIV° sec” 1° classificato VI° “Memorial Maurice”

Articles > About > La Bottega

La Bottega

Published by killraven on 2014/10/11 (2615 reads)

Bottega del Cartacci


Nel corso degli anni molti modellisti mi hanno chiesto consigli riguardo le mie tecniche di pittura, questo mi ha spinto ha scrivere il libro “dipingere in miniatura “ in cui ho condensato le tecniche principali . Il passo successivo è stato quello di mostrare queste tecniche dal vivo grazie a delle dimostrazioni tenute presso club o mostre. Qualcuno ha iniziato a chiedermi lezioni private e altri mi hanno chiesto di organizzare uno stage. Così è nata la bottega.


La mia idea parte dalle botteghe rinascimentali ,(il rinascimento è uno dei miei periodi artistici preferiti), in cui un maestro si circondava di allievi che apprendevano da lui i segreti del mestiere, luoghi in cui lo scambio di idee favoriva il nascere di opere d’arte che hanno fatto la storia. Questa idea mi ha affascinato ed è quello che in piccolo cerchiamo di fare nella bottega. Ogni volta ci incontriamo e si dipinge o, grazie all’aiuto di qualche amico , si scolpisce insieme , per il pranzo ci riuniamo attorno ad un bel piatto di lasagne, o altro, che mia moglie Angelina non fa mai mancare !


Gli stage di pittura si sono ripetuti nel tempo , non solo a Roma , ma anche in giro per l’Italia e all’estero , con soddisfazione ho visto gli apprendisti fare progressi , superare incertezze ed esprimere sempre meglio la loro arte ; non solo ,tutto questo ha fatto crescere l’amicizia tra di noi favorendo un clima molto bello e fruttuoso , che non cessa mai di stimolarmi a fare meglio . Ora ho pensato di creare una bottega on-line in cui si potessero superare i limiti spaziali e temporali , sfruttando al meglio le potenzialità che la “rete” offre .


Lascio la parola agli apprendisti perché raccontino la “loro” bottega


Danilo Cartacci






Conobbi Danilo nel 2007, all'epoca dipingevo appena, anche perche' la mia passione erano navi, carri, astronavi ed aerei.

Vedendolo dipingere a Valencia per una dimostrazione la prima cosa che capii era che si poteva raggiungere un livello di perfezione che nemmeno avrei immaginato. Ovviamente quando guardavo come dipingeva mi dicevo:"ah, bene, allora e' semplice"... vi lascio immaginare quanto mi sbagliavo...


La seconda cosa che imparai fu quella di memorizzare tutto quello che potevo mentre stavo con lui, utilizzando videocamere, foto, appunti... ma tutto questo non bastava...avevo bisogno di "rubare con gli occhi" e di vedere e rivedere come riusciva a tirare fuori panneggi e dettagli che nella scultura nemmeno erano presenti e con un livello di accuratezza che neanche usando un pennello a pelo singolo sarei riuscito a replicare.


Pensando ai grandi pittori e scultori del passato mi veniva in mente che avrei voluto essere uno degli apprendisti di quelle meravigliose botteghe / laboratorio nelle quali vivevi a contatto con un grande maestro potendone apprendere tutti (o quasi) i segreti.


Dopo che Danilo si rifiuto' di adottarmi (!) e dopo che (scherzando, ma neanche tanto) rifiuto' la mia proposta di mettere una webcam sulla sua scrivania per poter vedere sempre quello che faceva, fui molto contento della sua decisione di cominciare una serie di stage ispirandosi proprio allo spirito delle botteghe rinascimentali.


Sono passati 64 stage (svolti sia in Italia che all'estero) e diversi anni dal primo che ho seguito nel 2008, e tutto il tempo passato alla Bottega non poteva essere meglio speso... a parte il fatto di non poter vivere nella stessa casa (Angela -moglie di Danilo- e Roberta -la mia dolce meta'- non lo permetterebbero) gli ingredienti ci sono tutti: il maestro che dipinge, spiega, controlla, impedisce di sverniciare :-) si parla di tecniche, ma anche della vita di tutti i giorni, si mangia, qualcuno porta un dolce... si sta insieme e si IMPARA nel significato piu' profondo della parola; ecco cosa e' la bottega per me.


Paolo Maruotti, 11/10/2014






La Bottega è un luogo un po' magico


Mentre gli allievi sono ai loro banchi da lavoro, la storia si rincorre attraverso i secoli e gli eserciti che si sono dati battaglia, prendendo vita attraverso la nostra passione per i soldatini.


Lo scambio continuo di idee, suggerimenti, esperimenti più o meno riusciti rende la bottega una cosa viva ed in continua evoluzione.


La competizione è data dal provare, sperimentare, migliorare la propria tecnica e la sensibilità artistica che è in ognuno di noi.


Entrare a far parte della Bottega ha significato per me trovare la preziosa guida artistica di Mastro Danilo e compagni di studio e di passione con cui ci si aiuta e confronta, in un continuo spronarsi a mettersi in gioco in ogni progetto.


Francesca Fiocca, 14/08/2014






La bottega è nata quasi per scherzo ma con il tempo si è trasformata in uno spazio in cui mi diverto giocando con i colori, tentando di trasmettere vita ad un piccolo oggetto di metallo.


E’ il luogo dedicato all'espressione di me e della mia passione per la storia. Credo che tutti abbiano bisogno di uno spazio poetico dove immaginare un'altra esistenza, fatto di sensazioni, pensieri, immagini, desideri, emozioni, alle quali dare forma attraverso i colori e i pennelli, e la bottega, con il tempo si è lentamente tramutata sia in un luogo di creazione, ma anche e soprattutto di incontro tra persone, amici, che condividono la stessa sana passione, non finalizzata unicamente alla competizione, ma spinti comunque a migliorarsi ogni volta.


Questo è per me la Bottega del Cartacci


Marco Colombelli, 30/10/2014


Navigate through the articles
Previous article About Danilo
Rating 0.00/5
Rating: 0.0/5 (0 votes)
Votes are disable!
The comments are owned by the author. We aren't responsible for their content.
Author Thread

Columns

Cavaliere Templare XII secolo - Danilo Cartacci

Cavaliere Templare XII secolo - Danilo Cartacci .pippo { color:blue; text-decoration:underline; font-weight:bold; } } CAVALIERE TEMPLARE XII SECOLO

Autore: Danilo Cartacci


Foto 1, Foto 2, Foto 3, Foto 4, Foto 5, Foto 6, Foto 7, Foto 8, Certamente quello dei cavalieri templari è uno dei temi maggiormente popolari, sia dal punto di vista dei modellisti, che da quello delle ditte produttrici, eppure si rivela sempre più un filone inesauribile, che mantiene inalterato nel tempo tutto il suo fascino. Per questo motivo ho ritenuto una sfida interessante quella di realizzare un templare in arcione nella scala di 90mm, prodotto da Pegaso e nato dalle sempre più talentuose mani di Gianni La Rocca.

Language selection
Language Translate
 
Who is Online
15 user(s) are online (1 user(s) are browsing Articles)

Members: 0
Guests: 15

more...